porta palazzo

Torino, 16 luglio 2019

La storia del mercato di Porta Palazzo ha radici lontane.

Il mercato divenne luogo di incontro quando collegò la produzione agricola della campagna con i consumi della città industriale; integrando – anche – prodotti e culture stratificatesi nel corso degli anni.

La storia narra che inizialmente fra i banchi del mercato vi fossero solo prodotti locali: polli, conigli, le tinche di Poirino, le trote delle riserve alpine… Solo prodotti provenienti dalla campagna della capitale sabauda.

Con l’emigrazione di decine di migliaia di lavoratori da diverse regioni italiane ( dal nord-est, dalle isole, dal sud) la Città di Torino comincia la sua metamoforsi e con essa il mercato. Gli operai consumavano il loro pasto all’interno dei barachin, in pausa pranzo, favorendo scambi e confronti tra le diverse tradizioni gastronomiche italiane.

Così il mercato cominciò a popolarsi di lambascioni pugliesi, melanzane siciliane e tutti quei prodotti tipici delle terre dei migranti.
Porta Palazzo si trasformò in un luogo di incontro tra diverse tradizioni a prezzi popolari per permettere alle tante famiglie che abitavano la periferia di far quadrare il bilancio famigliare.

Oggi Porta Palazzo è crocevia di profumi e sapori della tradizione, uno spazio dove è possibile incontrare il mondo in una rappresentazione multicolore e multiforme unendo culture diverse e favorendo i prodotti locali.

Il mercato di Porta Palazzo, però, non è raggiungibile da tutti per motivi lavorativi oppure per la distanza. Ecco che Mercato Easy, con tutti i suoi prodotti, si presenta come il servizio a domicilio della spesa del mercato a casa. Un’occasione per godere dei sapori della tradizione comodamente seduti alla nostra tavola, rispettando – anche – l’ambiente.

 

> I prodotti dell'estate!

 

Commenti

Sarà

Sarà ha detto:

Ho venduto fiori per 30 anni li e lo chiamavo porto di mare …
Perché arrivavano da tutta Europa ora da tutto il mondo ,il trovi tutto ciò che cerchi .grazie porta pila che con il mio lavoro onesto ho fatto una vita dignitosa …..

Umberto Cuttica

Umberto Cuttica ha detto:

sono un fiorentino 92enne sbarcato qui per lavoro: io l’ho sempre sentita chiamare “Porta Pila”

Leonardo tropea

Leonardo tropea ha detto:

dal 1970 che conosco porta pila, prima era un ottimo mercato, ora e calato un Po ,ma sempre bello.

Paolo Libanoro

Paolo Libanoro ha detto:

io conoscevo il vecchio mercato di Porta Palazzo TO sempre bella roba…. ora sarà diverso sicuramente. Ma sempre bello

Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.